Là dove Anna Magnani, Fellini, De Sica, Antonioni, Mastroianni ecc hanno calcato i passi, diretto o recitato film immemorabili del neorealismo italiano e della dolce vita romana, a Cinecittà si è tenuto un simposio sul salame con relativa semifinale del campionato italiano per le regioni del Centro Italia. poi a breve ci saranno le semifinali del nord e del sud Italia, Le nostre Fattorie del Tratturo hanno presentato tre salami, due campioni uscenti come miglior salalme italiano 2017, la Ventricina certificata Accademia e la Salamella di fegato al Vin cotto come miglior quinto quarto italiano. anche una new entry con un salame di Cinghiale denominato “Cinghialotto Rosso”. Dopo aver ognuno, raccontato storia e filosofia aziendale, tecniche produttive tutte incastonate nel territorio d’ origine si è proceduto all’assaggio. Una trentina di salami provenienti da quattro regioni si sono sfidate tentando di prevalere.

Risultati: Tutti tre vanno in finale risultando i primi tre della semifinale romana ed udite udite al primo posto come punteggio più alto in assoluto, scatenando l’entusiasmo della giuria per l’emozionalità che è riuscita a profondere, la Salamella al Vin Cotto. Orgoglio per tutto ciò, frutto di un recupero di due tradizioni antiche l’utilizzo anche dei rimasugli del maiale e del vino cotto altro orgoglio antico abruzzese. A novembre la finale !!!

Ventricina Accademica di Scerni e Salamella al Vino Cotto…. Semifinale da urlo !!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *